Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Class Action

La riforma della Class Action è stata approvata all’unanimità alla Camera, rinnovando uno strumento che fin qui non si è dimostrato in grado di tutelare efficacemente i consumatori.Per il Presidente dell’Adoc Lamberto Santini l’approvazione alla Camera “è un successo per tutti i consumatori italiani, che da anni aspettavano una riforma concreta della class action. Finora tale strumento di difesa non ha sortito gli effetti sperati, in quanto limitata e limitante per esperire le giuste pretese. Ora, con la riforma, appena verrà approvata anche al Senato, ci aspettiamo che l’azione di classe diventi uno strumento imprenscindibile per i consumatori a tutela dei loro diritti e interessi”.La nuova class action: L’azione di class sarà sempre esperibile sia per i “diritti individuali omogenei” sia per gli “interessi collettivi” da ciascun componente della classe, anche mediante associazioni cui dà mandato o comitati cui partecipa, a tutela da ogni obbligazione. In merito all’oggetto, all’acce…

Mobbing

Secondo laCorte di Cassazionecostituisce mobbingfumare davanti ad un collega affetto da infiammazione alle vie respiratorie, costretto oltretutto a subireatti vessatorie ad essereemarginato, faticando a farsi assegnare le mansioni corrispondenti al suo inquadramento.Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 11789 dell’8 giugno 2015, ha sancito l’illiceità del comportamento posto in essere nei confronti del lavoratore condannando il datore di lavoro al risarcimento dei danni, in quanto non ha adottato alcuna cautela per evitare al dipendente l’esposizione al fumo passivo.